Programma di Sviluppo Rurale
Puglia 2007-2013

Menu
Programma di Sviluppo Rurale
Condividi Condividici su:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su LinkedIn
Elenco FAQ
Sono state trovate 209 FAQ corrispondenti alla ricerca effettuata



Area Generale - GAL Piana del Tavoliere
Tema: Cumulabilità degli aiuti previsti da varie azioni di una stessa misura e/o da varie misure dell'Asse III
QUESITO Possibilità, per lo stesso Beneficiario, che ha presentato Domanda di aiuto per la realizzazione di una fattoria didattica (Misura 311/Azione 2) e per un intervento di piccola ricettività (misura 313, Azione 5), di presentare anche Domanda di aiuto per un'operazione di promozione e commercializzazione dell'offerta di turismo rurale
PARERE Se non espressamente vietato dal Bando, lo stesso beneficiario per il quale ricorrano i requisiti di ammissibilità (soggettivi ed oggettivi) specificamente dettagliati nei Bandi delle diverse Misure/Azioni dell'Asse III, può presentare Domanda di aiuto per diverse Misure/Azioni; l'esigenza di salvaguardare l'applicazione del vincolo di destinazione d'uso dei beni immobili e delle attrezzature per le durate previste, comporta che lo stesso Beneficiario debba utilizzare fabbricati/manufatti diversi per le attività perseguite da ciascuna misura/Azione.
Area Generale - GAL Piana del Tavoliere
Tema: Cumulabilità degli aiuti previsti da varie azioni di una stessa misura e/o da varie misure dell'Asse III
QUESITO Possibilità, per lo stesso Beneficiario, di presentare Domanda di aiuto per la realizzazione di una fattoria didattica (Misura 311/Azione 2) e:- per un intervento di piccola ricettività (misura 313, Azione 5);- per un'operazione di promozione e commercializzazione dell'offerta di turismo rurale (misura 313, Azione 4)
PARERE Se non espressamente vietato dal Bando, lo stesso beneficiario per il quale ricorrano i requisiti di ammissibilità (soggettivi ed oggettivi) specificamente dettagliati nei Bandi delle diverse Misure/Azioni dell'Asse III, può presentare Domanda di aiuto per diverse Misure/Azioni; l'esigenza di salvaguardare l'applicazione del vincolo di destinazione d'uso dei beni immobili e delle attrezzature per le durate previste, comporta che lo stesso Beneficiario debba utilizzare fabbricati/manufatti diversi per le attività perseguite da ciascuna misura/Azione.
Area Generale - GAL Piana del Tavoliere
Tema: Ricevibilità domande di aiuto
QUESITO Ricevibilità della domanda di aiuto nel caso in cui i titoli di possesso da cui risulti la piena disponibilità degli immobili condotti dal richiedente siano rappresentati da "atto di vendita con patto di riservato dominio", con specifica previsione che qualsiasi investimento di miglioramento fondiario sugli immobili in questione debba essere preventivamente autorizzato dalla parte venditrice (Misura 311 az. 1)
PARERE Si ritiene che il beneficiario (cessionario nel contratto di compravendita con patto di riservato dominio) ossa avere piena disponibilità dell'/gli immobile/i oggetto della compravendita stessa, e quindi possibilità di effettuare investimenti di miglioramento, alla sola condizione che rispetti quanto stabilito nel contratto di compravendita. Nella fattispecie concreta, la ricevibilità è ammessa se il beneficiario ha ottenuto l'apposita autorizzazione da parte del cedente.
Area Generale - GAL Piana del Tavoliere
Tema: Ricevibilità domande di aiuto
QUESITO (1) Presentazione domanda di aiuto per entrambe le azioni del bando; domanda di aiuto ricevibile per un'azione e non ricevibile per l'altra; si chiede se la domanda di aiuto può essere considerata valida per una sola azione.
(2) Inserimento dei dati nel portale SIAN nell'ipotesi di cui al punto 1 in considerazione del fatto che, essendo la domanda di aiuto unica, la schermata del portale comprende la fase istruttoria di entrambe le azioni (scheda ricevibilità, scheda istruttoria, scheda di valutazione, scheda ammissione al finanziamento).
(3) Inserimento punteggio nel portale SIAN con riferimento a due azioni.
PARERE (1) La domanda di aiuto è unica per entrambe le azioni; le istruttorie e le graduatorie (e assegnazione dei rispettivi punteggi) sono espletate per singola azione. Se le cause di irricevibilità non si riferiscono ad aspetti e/o a documenti comuni ad entrambi le azioni, si ritiene corretto ammettere al beneficio la domanda di aiuto con esclusivo riferimento all'azione-2.
(2) La domanda complessivamente è ricevibile; con riferimento all'azione per la quale la domanda non è ammissibile occorre ridurre a zero l'importo indicato nella schermata di ammissione a finanziamento.
(3) Considerato che si ha un punteggio per ogni azione, si consiglia di inserire nella specifica cella il punteggio più alto e di indicare nelle note il punteggio dell'altra/e azione/i con relativa descrizione splicativa.
Area Generale - GAL Serre Salentine
Tema: Presentazione DURC impresa inattiva
QUESITO Impresa beneficiaria iscritta nel Registro delle Imprese come "non attiva". Presentazione del DURC quale allegato alla domanda di pagamento.
PARERE "Il Documento Unico di Regolarità Contributiva è un certificato unico che attesta la regolarità di un’impresa nei pagamenti e negli adempimenti previdenziali, assistenziali e assicurativi nonché in tutti gli altri obblighi previsti dalla normativa vigente nei confronti di INPS, INAIL e Casse Edili, verificati sulla base della rispettiva normativa di riferimento (cfr. ""requisiti regolarità""). Nell'ipotesi in cui l'azienda abbia come unica attività quella di affittacamere, se l'impresa non ancora avviato l'attività (come si evince dallo stato di ""inattiva"" presso il registro delle Imprese) mancano i presupposti soggettivi per la richiesta del DURC e quindi non è tenuta ad allegare alcun documento riferito alla regolarità contributiva."