Programma di Sviluppo Rurale
Puglia 2007-2013

Menu
Programma di Sviluppo Rurale
Condividi Condividici su:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su LinkedIn
Elenco FAQ
Sono state trovate 209 FAQ corrispondenti alla ricerca effettuata



Misura 311 Azione 1 - GAL Meridaunia
Tema: Ammissibilità delle spese
QUESITO Relativamente al bando sulle masserie didattica, è stato richiesto un finanziamento per un area esterna recintata e attrezzata per scopi didattici (tipo allestire un mulino per far capire ai ragazzi come si fa la farina dal grano ). Analogamente è stato richiesto un finanziamento per un area da recintare a servizio di un percorso didattico (ci sono degli animali e si vuole creare un percorso per visitare l'area). Si chiede se possono essere ammesse le predette spese. Ammissibilità della spesa sopportata per la recinzione di un orto botanico sempre a fini didattici.
PARERE Il contenuto della domanda è poco puntuale con riferimento all'esempio del mulino. Si ribadisce che l'acquisto delle recinzioni per gli animali sia ammissibile in quanto disposto dal PSR. Con riferimento alla recinzione dell'orto botanico, la CTV valuterà la pertinenza dell'attivo materiale alle prerogative delle attività che il beneficiario intende svolgere.
Misura 311 Azione 1 - GAL Meridaunia
Tema: Ammissibilità delle spese
QUESITO Ammissibilità della spesa per la realizzazione (ovvero la ristrutturazione) di una tettoia all'ingresso dello stabile
PARERE La competenza regionale in materia di bandi per l'attivazione delle misure dell'Asse III del PSR da parte di ciascun GAL si limita ad aspetti concettuali, direttamente collegati alle indicazioni del PSR. Spetta ai GAL la eventuale specificazione dei criteri di ammissibilità, o in sede di bando, ovvero quali determinazioni della CTV, riferite a ciascun caso concreto, nella fase di istruttoria delle domande di aiuto e dei progetti presentati dai Beneficiari.
Misura 311 Azione 1 - GAL Meridaunia
Tema: Ammissibilità delle spese
QUESITO Significato della definizione di "piazzale esterno" (rif. Bando e Nota n. 36575 del 05/05/2011), con particolare riferimento al suo riferimento spaziale:- solo davanti al portone di ingressopossibilità di comprendere anche il viale che porta all'ingresso dell'agriturismo, a prescindere dalla sua lunghezza e delle eventuale opere di illuminazione connesse;- possibilità di riferirsi al complessivo spazio circostante il fabbricato oggetto di intervento (in questo caso può essere ammessa la spesa per un impianto di illuminazione? in che misura?
PARERE La competenza regionale in materia di bandi per l'attivazione delle misure dell'Asse III del PSR da parte di ciascun GAL si limita ad aspetti concettuali, direttamente collegati alle indicazioni del PSR. Spetta ai GAL la eventuale specificazione dei criteri di ammissibilità, o in sede di bando, ovvero quali determinazioni della CTV, riferite a ciascun caso concreto, nella fase di istruttoria delle domande di aiuto e dei progetti presentati dai Beneficiari.
Misura 311 Azione 1 - GAL Piana del Tavoliere
Tema: Ammissibilità delle spese
QUESITO Ammissibilità delle spese relative agli oneri della sicurezza in cantiere; in particolar modo, dispositivi di protezione da fornire agli operai, costo dell'utilizzo di cartellonistica di divieto, di pericolo e di obbligo e noleggio di monoblocco bagno, di recinzione di protezione e di baracca da cantiere.
PARERE La scheda di misura prevede, fra le spese ammissibili, opere edili (ammodernamento di locali preesistenti) e, in collegamento con gli interventi materiali ammissibili, onorari di architetti , ingegneri e consulenti nella misura massima del 10% del costo totale dell'investimento. Con riferimento alle "spese inerenti la sicurezza in cantiere" , occorre distinguere le voci di spesa in due categorie: (1° categoria) le spese che sono in campo all'azienda edile la quale è tenuta (già di suo) ad operare in sicurezza rispettando la normativa in materia (p.e., impalcature secondo norma, protezioni agli operai, cartellonistica di divieto, di pericolo, etc.); (2° categoria) le spese che, invece, sono di pertinenza del committente (e quindi strettamente connesse all'opera commissionata), quali, p.e., l'onorario per il "coordinatore della sicurezza" , l'onorario per la conseguente compilazione del "piano di sicurezza e di coordinamento" e del relativo "fascicolo tecnico", etc. Il beneficiario può rendicontare le spese appartenenti alla seconda categoria, e cioè quelle a suo carico, in qualità di committente e sempre nell'ambito e nei limiti delle spese generali (10%) innanzi citate.
Misura 311 Azione 1 - GAL Terre D'Arneo
Tema: Beni immobili concessi in comodato d'uso
QUESITO Immobile oggetto dell'intervento detenuto con regolare contratto d'affitto mentre i terreni agricoli sono detenuti con il titolo di comodato d'uso. Domanda di aiuto non accolta dalla CTV. Il beneficiario presenta domanda di ricorso gerarchico (Azione 1)
PARERE Nel bando della Misura 311 Az. 1 e 4 all'art. 6 "DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI AIUTO" al punto 4 si parla di "copia dei titoli di possesso (proprietà e/o usufrutto e/o affitto regolarmente registrato) da cui risulti la piena disponibilità degli immobili condotti dal richiedente (terreni, fabbricati, etc.)". Considerato che l'immobile oggetto dell'intervento è detenuto con regolare contratto d'affitto, si ritiene ammissibile la domanda di aiuto. Pertanto, il ricorso gerarchico può essere accolto.