Programma di Sviluppo Rurale
Puglia 2007-2013

Menu
Programma di Sviluppo Rurale
Condividi Condividici su:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su LinkedIn
Misura 212 - Indennitą compensative degli svantaggi naturali a favore degli agricoltori delle aree svantaggiate, diverse dalle zone montane

OBIETTIVI
mantenimento della superficie agricola utilizzata nelle aree svantaggiate per assicurare la riduzione del fenomeno di regressione demografica dovuto all'abbandono delle coltivazione a causa delle particolari condizioni pedologiche dei terreni, delle forme di dissesto idrogeologico presenti che, nel complesso, incidono sui livelli di produttività agricola e condizionano gli assetti colturali e produttivi attivabili sul territorio.

Gli obiettivi specifici di misura sono:
- tutela degli elementi caratteristici del paesaggio rurale;
- promozione della permanenza di attività agricole sostenibili nelle aree svantaggiate e montane.

Gli obiettivi operativi del sostegno diretto attivato attraverso la misura 212 sono:
- compensazione parziale dei minori redditi ricavabili dall'esercizio dell'attività agricola nelle zone svantaggiate montane;
- garanzia di uso continuativo delle superfici agricole nelle zone svantaggiate montane.

La misura concede un'indennità tesa a compensare i costi e le perdite di reddito dovute agli svantaggi naturali condizionanti l'attività agricola, ad imprenditori (singoli e associati) iscritti nel Registro delle Imprese Agricole della CCIAA che non abbiano compiuto i 65 anni di età e che non percepiscano pensione e che posseggano una superficie minima di 5 ha in aree classificate svantaggiate.

BENEFICIARI
Imprenditori agricoli, esclusi i titolari di pensione di vecchiaia e di anzianità di età superiore ai 65 anni, iscritti alla CCIAA.

AMMISSIBILITA' E INTERVENTI
1) CARICO DI BESTIAME da 0,2 e 1,4 UBA/Ha.
2) S.A.U. minima di 5 ha nelle aree classificate svantaggiate (art. 50, paragrafo 3 del Reg. (CE) n.1698/2005) investita a prati e pascoli e a colture foraggere.
3) condizionalità (riferimento Reg. CE n.1782/03, al Dec. Min. 24/11/2008 ed alla Delib. G.R. n.2460 del 16/12/2008.

LIMITAZIONE
a) superfici a prati e pascoli nelle aree svantaggiate
b) superfici a foraggere nelle aree svantaggiate
c) le superfici a "fida pascoli" sono escluse dal premio, ma concorrono al calcolo del carico di bestiame ove assegnate all'imprenditore con regolare concessione.

AIUTO
a) 45 Euro/ha
b)100 Euro/ha

LOCALIZZAZIONE
Zone svantaggiate

IMPEGNI DURATA
- cinque anni dalla data di presentazione della domanda, relativamente alle superfici e/o alle UBA ed alla condizionalità per stessa.
- Gli impegni vanno mantenuti anche nel caso di cambio di conduttore dell'azienda, salvo i casi di forza maggiore previsti dall'A.G.E.A.
- Nel caso il beneficiario acquisisca lo stato di pensionato di vecchiaia o compie il sessantacinquesimo anno di età nel corso del quinquennio, non è tenuto alla restituzione dei premi purchè abbia mantenuto gli impegni per almeno tre anni dalla data della domanda iniziale.
- Il mancato rispetto di quanto indicato nei punti precedenti, comporta la restituzione delle somme percepite maggiorate degli interessi legali dalla data di erogazione alla data di restituzione.

PUNTEGGI
- Azienda con carico di bestiame compreso tra 0,5 e 0,99 UBA/ha - pt. 2,5
- Azienda con carico di bestiame compreso tra 1 e 1,4 UBA/ha - pt 5
- domicilio del richiedente presso l'azienda - pt. 5

DATI BANDO
Burp n.54 del 09/04/2009 - scadenza per l'invio telematico al 15/05/2009, per l'invio del cartaceo al 30/05/2009.

HEALTH CHECK
NO





Allegati