Programma di Sviluppo Rurale
Puglia 2007-2013

Menu
Programma di Sviluppo Rurale
Condividi Condividici su:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su LinkedIn
Misura 211 - Indennitą compensative degli svantaggi naturali a favore degli agricoltori delle zone montane

OBIETTIVI
mantenimento dell'attività agricola finalizzato ad assicurare la conservazione dell'ambiente naturale e della biodiversità, la protezione dall'erosione per rispondere ad esigenze turistiche o per assicurare il mantenimento di un livello minimo di popolazione.

Gli obiettivi specifici di misura sono:
- tutela degli elementi caratteristici del paesaggio rurale;
- promozione della permanenza di attività agricole sostenibili nelle aree svantaggiate e montane.

Gli obiettivi operativi del sostegno diretto attivato attraverso la misura 211 sono:
- compensazione parziale dei minori redditi ricavabili dall'esercizio dell'attività agricola nelle zone svantaggiate montane;
- garanzia di uso continuativo delle superfici agricole nelle zone svantaggiate montane.

La misura concede un'indennità tesa a compensare i costi e le perdite di reddito dovute agli svantaggi naturali condizionanti l'attività agricola ad imprenditori (singoli e associati) iscritti nel Registro delle Imprese Agricole della CCIAA che non abbiano compiuto i 65 anni di età e che non percepiscano pensione e che posseggano una superficie minima di 2 ha in aree classificate montane.

BENEFICIARI
Imprenditori agricoli, esclusi i titolari di pensione di vecchiaia e di anzianità di età superiore ai 65 anni, iscritti alla CCIAA.

AMMISSIBILITA' E INTERVENTI
1) CARICO DI BESTIAME compreso tra 0,2 e 1,4 UBA/Ha.
2) S.A.U. minima di 2 Ha in aree classificate montane complessivamente investita a prati e pascoli e/o colture foraggere e/o vigneti per uva da vino e/o agrumeti.
3) S.A.U. minima per vigneti ed agrumeti non inferiore a 0,5 ha, con superficie totale minima per la quale viene richiesto l'aiuto pari a 2ha.
4) condizionalità (riferimento Reg. CE n.1782/03, al Dec. Min. 24/11/2008 ed alla Delib. G.R. n.2460 del 16/12/2008.

LIMITAZIONI
a) superfici a prati e pascoli.
b) superfici a foraggere, a vite da vino e agrumi.
c) le superfici a 'fida pascoli' sono escluse dal premio, ma concorrono al calcolo del carico di bestiame ove assegnate all'imprenditore con regolare concessione.

AIUTO
a) 55/ha.
b) 120/ha

LOCALIZZAZIONE
Zone Montane

IMPEGNI DURATA
- cinque anni dalla data di presentazione della domanda, relativamente alle superfici e/o alle UBA ed alla condizionalità per la stessa.
- Gli impegni vanno mantenuti anche nel caso di cambio di conduttore dell'azienda, salvo i casi di forza maggiore previsti dall'A.G.E.A.
- Nel caso il beneficiario acquisisca lo stato di pensionato di vecchiaia o compie il sessantacinquesimo anno di età nel corso del quinquennio, non è tenuto alla restituzione dei premi purchè abbia mantenuto gli impegni per almeno tre anni dalla data della domanda iniziale.
- Il mancato rispetto di quanto indicato nei punti precedenti, comporta la restituzione delle somme percepite maggiorate degli interessi legali dalla data di erogazione alla data di restituzione.

PUNTEGGI
- Azienda con carico di bestiame compreso tra 0,5 e 0,99 UBA/ha - pt.2,5
- Azienda con carico di bestiame compreso tra 1 e 1,4 UBA/ha - pt.5
- Domicilio del richiedente presso l'azienda - pt. 5

DATI BANDO
Burp n.54 del 09/04/2009 - scadenza per l'invio telematico al 15/05/2009, per l'invio del cartaceo al 30/05/2009

HEALTH CHECK
NO





Allegati